Tag: S-Play

Evento finale S-Play e ultimo meeting di progetto

Dal 18 al 20 novembre scorso, si √® tenuta a Kielnarowa (presso il campus della University of Information Technology and Management, in Polonia) la conferenza ‚ÄúNew dimension of trainings for small and medium enterprises‚ÄĚ. L’evento ha raccolto pi√Ļ di 50 partecipanti, che hanno avuto modo di conoscere e sperimentare alcuni metodi innovativi, tra cui Lego Serious Play.

Il team S-Play ha presentato il progetto e i suoi principali risultati, tra cui il White Paper LEGO¬ģ SERIOUS PLAY¬ģ – A state of the art of its applications in Europe”, i workshop tenuti durante l’estate nei paesi partner, e l’e-demonstrator (online a fine anno sul sito del progetto). Inoltre, Stefano Tardini ha facilitato un workshop per presentare una delle applicazioni di LSP, la metodologia URL – User Requirements with Lego.

In parallelo all’evento, si √® anche tenuto l’ultimo incontro del team S-Play. Il progetto, infatti, terminer√† a fine dicembre 2014.

Alcune foto dell’evento possono essere visualizzate sulla pagina Facebook del progetto S-Play.

New dimension of trainings for small and medium enterprises – Evento finale del progetto S-Play

Dal 18 al 20 novembre si svolger√† l’evento finale del progetto S-Play:¬†New dimension of trainings for small and medium enterprises”. L’evento √® indirizzato a rappresentanti delle piccole e medie imprese, a consulenti, formatori e docenti interessati a metodi innovativi di formazione.¬†

L’evento sar√† ospitato nel centro turistico e ricreativo della University of Information Technology and Management di Rzeszow (Polonia), e preveder√† una giornata di presentazioni di metodologie innovative per la formazione e due giornate di workshops sulle stesse metodologie.

Il programma, il formulario di registrazione e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell’evento:¬†http://conference.s-play.eu/index-en.html

Meeting del progetto S-Play a Riga, Lettonia

Il quarto incontro dei membri del progetto S-Play si √® tenuto a Riga, in Lettonia, il 21-22 luglio 2014. Durante l’incontro, i partners hanno presentato i risultati dei rispettivi workshop pilota (per quanto riguarda l’USI, vedi:¬†Workshop S-Play con gli albergatori di Futour.net) e hanno pianificato l’ultima fase del progetto.

Nei giorni successivi, dal 22 al 25 luglio, il team S-Play ha partecipato alla conferenza KIE 2014 (International Conference on Knowledge, Innovation & Enterprise) presentando due paper sulla metodologia Lego Serious Play:

  • Sean McCusker, LEGO, seriously: Thinking through building.¬†Clicca qui per scaricare la pubblicazione (in Research papers on Knowledge, Innovation and Enterprise, capitolo 7, pp. 79-93);
  • Elisabetta Frick, Stefano Tardini e Lorenzo Cantoni, Lego Serious Play applications to enhance creativity in participatory design. Clicca qui per scaricare la pubblicazione (in¬†Creativity In Business, capitolo 15, pp. 200-210).

Alcune foto del meeting di progetto, della conferenza e della splendida città di Riga possono essere visualizzate sulla pagina Facebook del progetto S-Play!

Workshop S-Play con gli albergatori di Futour.net

Come parte del progetto S-Play,¬† il 29 aprile 2014 ¬†si √® svolto¬†all’USI¬†un workshop Lego Serious Play.

Scopo della sessione era ripensare la formazione futour.net (Tecnologia, comunicazione, ospitalità e accoglienza per operatori turistici e alberghieri) per la sua terza edizione.

Nel workshop √® stata usata la metodologia LLED (Lego Learning Experience Design), un’applicazione¬† di LSP specifica per la progettazione didattica. Hanno partecipato 8 persone, tra cui il project manager, il course manager e alcuni albergatori ticinesi che avevano preso parte alle precedenti edizioni di futour.net.

Il workshop √® stato facilitato da Stefano Tardini con l’aiuto di Elisabetta Frick e Mattia Pera.

Terzo incontro del team S-Play a Durham

Si √® tenuto a Durham (Regno Unito) il 16 e 17 dicembre 2013 il terzo incontro dei partners del progetto S-Play. Ospiti negli edifici della¬†School of Education¬†dell’antica universit√† di Durham, i membri del team hanno effettuato un bilancio su quanto fatto in questo primo anno di progetto e formulato la strategia per le prossime fasi.

Nella foto: Lorenzo Cantoni, Elisabetta Frick e Stefano Tardini, davanti all’incantevole castello di Durham, patrimonio culturale UNESCO.